Sacha Baron Cohen condivide la sua versione della famigerata intervista ad Ali G Trump

Grazie al ritorno del giornalista kazako Borato , il comico Sacha Baron Cohen ha nuovamente suscitato polemiche nell'unico modo che conosce. Borato 2 trova diverse personalità politiche di alto profilo in situazioni molto compromettenti, tra cui l'avvocato Rudy Giuliani, che lascia Donald Trump a parlare contro Cohen e afferma di essere una delle poche persone a non farsi ingannare dai suoi inganni. Trump è stato intervistato da Cohen alcuni anni fa, con l'attore che si esibiva sotto le spoglie di Ali G , e mentre il presidente afferma di non esserne stato preso, Cohen ha ora offerto la sua versione dei fatti.


RELAZIONATO: Il trailer di Borat Supplemental Reporting presenta un nuovo speciale in più parti su Amazon

Bene, secondo Cohen, Trump era ancora convinto che fosse una cosa reale, con l'attore che insisteva nel mantenere l'attenzione di Trump per tutta la durata della loro intervista programmata.

Dal rilascio di Borato 2 , Trump non ha avuto niente di carino da dire su Cohen, secondo quanto riferito lo ha definito un 'brivido' e ha detto: 'Non so cosa sia successo. Ma anni fa, sai, ha cercato di truffarmi e io sono stato l'unico a dire di no». Alla fine, nonostante le loro avversioni reciproche, Cohen ha dichiarato che lui e Trump hanno una cosa in comune dicendo: 'Sono un professionista fasullo, come lui e ho intervistato il presidente molti anni fa'.

Tuttavia, il ritorno di Borat non è stato affatto male, con la nazione del Kazakistan che ora ha abbracciato il personaggio, anche usando il suo tormentone 'molto bello!' come il loro nuovo slogan turistico. Borato 2 , conosciuto anche come Borat successivo film: consegna di una prodigiosa tangente al regime americano per trarre beneficio dalla gloriosa nazione del Kazakistan , è ora disponibile su Prime Video. Questo ci viene per gentile concessione di The Late Show con Stephen Colbert .