La serie spinoff dell'era glaciale Le avventure di Buck Wild sta arrivando su Disney+

I massicci annunci della giornata degli investitori della Disney scorrevano per ore, da tutte le principali etichette dello studio. Uno degli annunci, forse, più piccoli era per uno spin-off di un franchise animato nato dalla sua recente acquisizione, 20th Century Studios. I film d'animazione in Era glaciale franchise hanno avuto successo a pieno titolo, se non per gli standard di animazione Disney di base. Uno spin-off di quella serie, L'era glaciale: Le avventure di Buck Wild riceverà un'anteprima esclusiva su Disney+.


Si sa molto poco di Era glaciale le trame, oltre alla serie, saranno incentrate sui fratelli burloni opossum, Crash e Eddie, e sulla donnola spavalda, Buck, l'ispirazione per il titolo. Simon Pegg tornerà nei panni di Buck, ma altre notizie sul casting non sono ancora state diffuse. L'uscita della serie è prevista per l'inizio del 2022. Era glaciale è il raro franchise di animazione di grande successo all'interno dell'impero Disney che NON è una serie di film di animazione Disney o correlati.

L'originale Era glaciale è stato rilasciato nel 2002, con L'era glaciale: il crollo seguito nel 2006, L'era glaciale: L'alba dei dinosauri uscita nel 2009, L'era glaciale: deriva dei continenti nel 2012, e L'era glaciale: rotta di collisione apparso nel 2016. La serie presenta il lavoro vocale di Ray Romano, John Leguizamo, Denis Leary e Chris Wedge, che sono stati gli unici membri del cast di voci che ritornano costantemente. In tutto, il franchise ha generato ben oltre $ 6 miliardi di entrate che lo rendono uno dei franchise con i maggiori incassi di tutti i tempi, quasi raggiungendo i film della serie DC Extended Universe (DCEU) e una delle serie di animazione non Disney con i maggiori incassi in storia. Sebbene la serie utilizzi uno stile di animazione molto diverso rispetto a qualsiasi film animato Disney (o sottoetichetta), è una rara gemma animata di uno studio non Disney e uno straordinario tra i titoli di famiglia acquisiti di 20th Century Studio .

Oltre ai 5 lungometraggi, l'universo ha dato vita a diversi cortometraggi, tra cui andato matto , Non c'è tempo per le noci , Sid sopravvissuto , Scrat's Continental Crack-Up , Scrat's Continental Crack-Up: Parte 2 , Cosmic Scrat-tastrophe e Scrat: distanziato , che si sono in gran parte concentrati su Scrat, l'amato scoiattolo che passa il suo tempo disperatamente e ostinatamente in ogni sorta di sfide, cercando di conservare le sue ghiande. Nel 2016, prima dell'acquisizione della Disney, Galen T. Chu, il co-direttore di L'era glaciale: rotta di collisione e un punto fermo del dipartimento di animazione su molti degli altri film, ha rivelato che c'erano idee per una prossima puntata, ma poco è stato detto dopo l'acquisizione della Disney sulla probabilità di un sesto lungometraggio animato.


Se Disney può realizzare un successo con i titoli e i franchise acquistati nell'acquisizione del 20th Century, rafforzerà il loro già impressionante record di integrazione con successo di importanti acquisizioni di contenuti, che hanno incluso anche Pixar (2006), Marvel (2009) e Lucasfilm (2012) . Con la digestione di questi importanti accordi, incluso il 20th Century, Disney ha creato l'archivio di contenuti più grande e popolare al mondo da rilasciare sia alle sue proprietà di streaming (inclusi Disney + e Hulu, che si dice siano sulla strada della fusione ).



Al di là dell'enorme libreria, tuttavia, c'è il pool quasi inconcepibilmente ampio di proprietà intellettuale, attraverso titoli, franchise, personaggi e storie che Disney+ può estrarre per prequel, sequel e spin-off. L'era glaciale: Le avventure di Buck Wild è solo l'ultimo barlume di prova che la Disney può ospitare il gruppo più creativo ed energico di narratori disponibili, già al lavoro nelle miniere Disney sfornando contenuti come tanti nani laboriosi della fama di Biancaneve.