Il trailer di Fahrenheit 11/9 espone il piano di Michael Moore per scaricare Trump

Michael Moore è tornato con il nuovo trailer del suo Fahrenheit 9/11 documentario, che prende di mira President Donald Trump e la sua amministrazione. Il titolo del documentario deriva dalla data in cui Trump è stato ufficialmente annunciato come 45esimo presidente degli Stati Uniti ed è il contrario del titolo del suo documentario del 2004 Fahrenheit 11 settembre . Gli Stati Uniti erano molto divisi nel 2004 sotto la guerra al terrore di George W. Bush, ma il nuovo documentario mira a dimostrare che il paese non è mai stato così diviso prima.


I raduni di Donald Trump vengono mostrati nel nuovo trailer dell'ultimo Michael Moore documentario Fahrenheit 9/11 , accanto a scene di una protesta neonazista con una croce in fiamme accanto a una svastica in fiamme. Moore può essere visto intervistare l'ex consigliere per la campagna Trump Roger Stone, la vincitrice delle primarie democratiche del 2018 Alexandria Ocasio-Cortez e la sopravvissuta al massacro di Parkland Emma Gonzalez. In una nuova intervista che promuove il documentario, Moore definisce Trump un 'genio del male', poiché è in grado di manipolare i media e afferma che i giornalisti più giovani non sono addestrati su come coprire un 'leader autoritario'.

RELAZIONATO: Il documentario su Trump di Michael Moore Fahrenheit 11/9 flop al botteghino

Quando gli è stato chiesto se il suo approccio a coprendo la politica americana ha subito dei cambiamenti negli ultimi 14 anni, Michael Moore dichiara che la maggior parte degli americani è d'accordo con la sua posizione, il che non sembra che la sua posizione sia cambiata. Quindi afferma che Donald Trump e i suoi sostenitori sono una piccola frazione del paese, il che è discutibile. Il direttore e attivista ha quindi confrontato ogni lato con un coro, notando che il suo lato è stonato, ma questo Fahrenheit 9/11 è qui per risolvere quel problema. Lui spiega.

Michael Moore certamente ha degli obiettivi ambiziosi con Fahrenheit 9/11 e sarà interessante vedere la risposta che riceverà dal suo 'coro'. I sostenitori di Donald Trump non saranno sicuramente interessati a ciò che Moore sta vendendo o addirittura non saranno disposti ad ascoltare il suo punto di vista. In una scena interessante del trailer del documentario, Roger Stone parla dell'impeachment di Trump e dice: 'Provalo, provalo e basta'. Stone poi promette che ci sarà uno 'spasmo' di violenza in questo paese 'come non l'avete mai visto'.

Michael Moore porta Fahrenheit 9/11 nei cinema di tutto il mondo il 21 settembre. Il regista afferma che il suo film è un'opera d'azione, non di passività e rivela anche che un'insurrezione segreta è attualmente in corso in un luogo improbabile, che Moore spera possa concretizzarsi. Indipendentemente da ciò, il documentario farà scalpore negli Stati Uniti, ma se farà un'ammaccatura o meno è la vera domanda. Puoi dare un'occhiata al primo trailer per Fahrenheit 9/11 sotto, grazie a MM Flint Youtube.