I teatri AMC stanno scaricando i costi di pulizia del coronavirus sui clienti

Riaprono i teatri AMC nel bel mezzo di una pandemia non verrà senza le sue spese aggiuntive, e si dice che quei costi extra usciranno dalle borse e dai portafogli dei consumatori. Con i teatri particolarmente a rischio con grandi gruppi di persone che si radunano nelle immediate vicinanze, la maggior parte dei teatri è chiusa da mesi. Tra cui AMC, molte catene di teatri si stanno preparando a riaprire presto con rigorose misure di salute e sicurezza, che vanno dalla frequente sterilizzazione tra le proiezioni e la limitazione della capacità degli spettatori nell'edificio.


Mentre si spera che aiuteranno a mantieni i clienti al sicuro , questi nuovi protocolli non saranno economici e il piano sembra essere che i clienti paghino il conto. Parlando con gli investitori, il CEO di AMC Theatres Adam Aron ha recentemente affermato che questi costi sarebbero stati 'trasferiti sui consumatori', il che significa che il prezzo che paghiamo per i biglietti del cinema o il cibo e le bevande dallo stand delle concessioni sarà superiore a quello che erano.

Anche la rinegoziazione del debito di recente di AMC ha contribuito a mantenere a galla la società, altrimenti potrebbe non avere sopravvissuto alla chiusura tutti i suoi teatri per così tanti mesi di fila quest'anno. Aron ha anche detto agli investitori che la società ha perso più di 500 milioni di dollari nell'ultimo trimestre finanziario, lasciando ad AMC molto da recuperare. 'Penso che siamo sopravvissuti alla crisi della corona e ora dobbiamo solo tornare a gestire l'azienda davvero bene', ha spiegato Aron.

Inoltre, anche AMC negoziato un nuovo accordo con Universal per aiutare a generare un po' più di reddito per la catena di teatri. Come parte dell'accordo, i film di Univeral verranno proiettati nei cinema prima di essere resi disponibili sui media domestici dopo 17 giorni. A quel tempo, i teatri AMC riceveranno il 20% dei ricavi delle vendite dei media domestici. Secondo Aron, è probabile che i concorrenti di AMC seguiranno l'esempio con piani di uscita di film simili. 'Mi aspetto che questo diventi uno standard del settore... Mi aspetto che alcuni dei nostri concorrenti lo faranno, se non tutti', ha affermato.

Tuttavia, non tutte le compagnie teatrali sono così sicure. La società madre di Regal, Cineworld, ha preso una posizione molto diversa parlando dell'accordo, riferendosi all'accordo come alla 'mossa sbagliata al momento sbagliato'. La Walt Disney Company ha anche scelto di eliminare l'intermediario con l'annuncio che stanno portando il live-action Mulan remake direttamente al proprio servizio di streaming Disney + per le persone da guardare, piuttosto che tentare di dare al nuovo film un'uscita sul grande schermo.


In ogni caso, non è stata una strada facile da percorrere per tornare a come erano le cose nel mondo del cinema. La maggior parte delle principali uscite programmate per quest'anno è stata ritardata al 2021 con l'idea che questi progetti sarebbero stati goduti al meglio sui grandi schermi cinematografici. È chiaro che ci sono molte, molte persone là fuori che aspettano con ansia la riapertura dei teatri, quindi anche con l'aumento dei prezzi all'AMC, la compagnia non dovrebbe avere troppi problemi a riempire i loro posti una volta che le loro porte sono di nuovo aperte. Questa notizia ci arriva da Varietà .